Analisi tecnica indice S&P 500 oggi

Indice S&P 500 scivola sotto area 3.000 punti

L’indice S&P 500 è ritornato a scendere, spingendosi pericolosamente sotto l’importante supporto tecnico rappresentato da area 3.000 punti. Il future dell’indice S&P 500 sta infatti scambiando a 2.987 punti, in calo di quasi l’1% rispetto alla precedente seduta in cui vi erano già state verificate forti perdite.

Non si arresta l’onda lunga della volatilità che ha contagiato le borse, al pari di come il coronavirus si sta espandendo in lungo ed in largo, seminando un aumento esponenziale dei contagi in tutto il mondo.

Questa volta anche Wall Street non è immune dall’incertezza, alternando sedute in forte rialzo a sessioni in cui tutti i guadagni vengono risucchiati da massicce vendite. I timori che generano il panico improvviso sono sempre gli stessi da ormai due settimane, ovvero il rischio che il virus causi una recessione di portata mondiale.

Proiezioni di borsa indice S&P 500

Il rimbalzo messo a segno nelle scorse sedute dai minimi dallo scorso Agosto, toccati a 2.853 punti si è arrestato a 3.137 punti, un livello superiore alla media mobile a 200 giorni, che faceva da calamita. Le quotazioni, tuttavia, sono ridiscese ancora sotto l’importante indicatore tecnico appena segnalato, fatto che ha scatenato una nuova ondata di vendite.

Al momento preferiamo navigare a vista, evitando di accumulare sulla debolezza, come avevamo suggerito di fare nella precedente rubrica di analisi tecnica sugli indici di Wall Street.

In caso di discesa sotto area 3.000 punti o peggio ancora sotto area 2.950 punti, in chiusura settimanale, possiamo infatti assistere ad una proiezione ribassista con target molto profondo, individuato in area 2.650 punti. Su tale livello, infatti, cade un fondamentale supporto di lungo periodo, rappresentato da EMA 200 su base settimanale. Supporto intermedio tra le attuali quotazioni ed il forte sostegno appena segnalato, area 2.850 punti.

Strategia trading S&P 500

Suggeriti acquisti cautelativi  in caso di affondo in area 2.650 per puntare ad un ritorno in area 2.850 punti, ovvero sui recenti minimi. Nella migliore delle ipotesi il rialzo pu0′ estendersi verso area 3.000. Una buona idea di investimento suggerisce di tenere ¼ della posizione fino al secondo target, per arrotondare i guadagni.

I trader più audaci possono anche tentare un timido ingresso a 2.850 punti, coperto, però, da un rigoroso stop loss con chiusura daily sotto 2.800 punti.

Segnali operativi S&P 500 intraday e multiday

Long in caso di break-out di 2.996 punti con target price a: 3.019,50 punti ( 80% ) 3.034 punti ( 60% ) 3.042 punti ( 30% ). Stop loss in caso di discesa sotto 2.977 punti in chiusura daily.

Long multiday in caso di allungo sopra 3.042 punti in chiusura daily con target price a: 3.060 punti ( 80% ) 3.082 punti ( 60% );3.121 punti ( 30% ). Stop Loss in caso di ritorno sotto 2.996 punti in chiusura daily.

Short in caso di flessione sotto 2.977 dollari con target price a: 2.958 punti ( 80% );2.944,75 punti ( 60% ); 2.915,60 puntii ( 30% ). Stop Loss in caso di recupero sopra 2.996 puntii in chiusura daily.

Short multiday in caso di discesa sotto 2.915,60 punti in chiusura daily con target price a:2.897,60 punti ( 80% ); 2.868,60 punti ( 60% ); 2.840 punti ( 30% ). Stop Loss in caso di risalita sopra 2.963 punti in chiusura daily.