Proiezioni di borsa indice Ftse Mib

Analisi tecnica Ftse Mib oggi

L’indice Ftse Mib ha chiuso la quinta settimana consecutiva in calo. La performance a 5 sedute ha evidenziato una flessione dell’1,4%. L’ottava è  terminata a circa 15.732 punti, in rialzo dell’1,71%.

La volatilità sul listino delle Blue Chips milanesi si è sensibilmente ridotta da quando la Consob ha vietato le vendite allo scoperto su tutti i titoli ed i vari derivati quotati a Milano. Va tuttavia ricordato che il divieto di Short Selling non include le vendite allo scoperto con ordini che partono dall’estero. Una beffa, considerato che quasi tutti gli Hedge Funds speculativi sono sono esteri.

Sotto l’aspetto tecnico l’indice Ftse Mib ha disegnato quello che in gergo viene chiamato “ martello “. Ovvero una chiusura settimanale ( 15.732 punti ) di gran lunga maggiore all’apertura settimanale  (  circa 15.192 punti ). Close settimanale lontana dai minimi pluriennali toccati a 14.115 punti, nella seduta di Lunedì 16 Marzo.

L’andamento dell’indice Ftse Mib appena descritto sarebbe stato perfetto per un rimbalzo. Purtroppo, però, dopo la chiusura degli scambi quotidiani in Italia, i principali indici di Wall Street hanno girato pesantemente in negativo, vanificando forse del tutto la possibilità di un’apertura col segno verde Lunedì 23 Marzo. Tuttavia, considerando il momento eccezionale che stanno attraversando i mercati, appesi ad un filo ed a possibili news positive per non precipitare ulteriormente nel baratro, tutto è possibile.

Poche speranze si hanno invece guardando la chiusura serale del FIB, il derivato dell’indice Ftse Mib, che ha terminato gli scambi serali alle 22:00 a 15.010 punti, lasciando sul terreno il 4% rispetto alla close pomeridiana delle 17.40 a 15.642 punti.

Proiezioni di borsa sull’indice Ftse Mib

Per chi crede in un rimbalzo dagli attuali livelli o su tenuta dei minimi in area 14.000 punti, tutta la fascia che va da 14.000 a 16.000 punti è un’area da comprare con target minimo in area 17.700-18.200 punti. I più ambiziosi possono tenere le posizioni Long fino a 18.900 punti, livello su cui transita l’EMA a 200 periodi su base oraria. Va segnalato che le quotazioni hanno trovato una prima forte resistenza sull’EMA 50 oraria, che passa tra 15.750-15.850 punti.

Persa area 14.000 punti le quotazioni potrebbero precipitare prima in area 13.500-13.000 punti e successivamente in area 12.750-12.500 punti.

Segnali operativi indice Ftse Mib intraday e multiday

Long in caso di break-out di 15.795 punti con target price a: 16.050 punti ( 80% ) 16.310 punti ( 60% ) 16.620 punti ( 30% ). Stop loss in caso di discesa sotto 15.390 punti in chiusura daily.

Long multiday in caso di allungo sopra 16.620 punti in chiusura daily con target price a: 17.050 punti ( 80% ) 17.335 punti ( 60% );17.785 punti ( 30% ). Stop Loss in caso di ritorno sotto 16.180 punti in chiusura daily.

Sopra 17.800 punti in chiusura settimanale spazio di salita verso 18.200 punti e nella migliore ipotesi 19.200 punti. Stop Loss in caso di ritorno sotto 15.700 punti in chiusura settimanale.

Short in caso di flessione sotto 15.390 punti con target price a: 14.985 punti ( 80% ); 14.745 punti ( 60% ); 14.505 punti ( 30% ). Stop Loss in caso di recupero sopra 15.795 punti in chiusura daily.

Short multiday in caso di discesa sotto 14.505 punti in chiusura daily con target price a: 14.275 punti ( 80% ); 14.040 punti ( 60% ); 13.675 punti ( 30% ). Stop Loss in caso di risalita sopra 14.745 punti in chiusura daily.

Sotto area 14.000 in chiusura settimanale seguire la proiezione ribassista indicata in precedenza con target a 13.745-13.500 punti. Stop loss in caso di recupero in chiusura settimanale sopra 15.000 punti. Con una chiusura daily minore di 13.500 punti la flessione potrebbe spingersi a 12.950 e 12.740 punti, con possibile “ lingua “ a circa 12.500 punti.